base sanpaolo
base adorni
 base sanvitale
 base salimbene

DPCM 1 marzo 2020 - Nuove misure contenimento contagio e disposizioni accesso a scuola

Scritto da
Vota questo articolo
(0 Voti)
Carissimi,
con il provvedimento di ieri che trovate in allegato il Consiglio dei Ministri ha 'riaperto' le scuole, come auspicavamo, pur nella sospensione di tutte le attività didattiche e formative, cioè delle lezioni, doposcuola, recuperi, incontri formativi ecc. Per noi questo significa in sostanza che:
1. la sede dell'Istituto (scuola primaria Sanvitale) è aperta al pubblico tra le 8.00 e le 12.00 di ogni giorno esclusivamente su appuntamento telefonico con il personale dell'ufficio desiderato; chi arriva senza appuntamento, aspetterà il suo turno all'esterno dell'edificio;
2. l'accesso dovrà avvenire con modalità contingentata, tale da evitare assembramenti di persone, tenendo conto delle dimensioni e delle caratteristiche dei locali e garantendo il mantenimento di una distanza di almeno un metro tra gli utenti; i collaboratori scolastici daranno indicazioni in merito;
3. tutte le nostre scuole saranno aperte alle famiglie esclusivamente per il ritiro del materiale didattico dalle 8.00 alle 12.00, nel rigoroso rispetto di quanto scritto al punto 2. Sarà consentito l'accesso a massimo due persone per volta. Gli altri attenderanno il loro turno all'esterno dell'edificio. 
4. i docenti avranno libero accesso a tutte le scuole in orario 8.00-13.00, nel rigoroso rispetto di quanto scritto al punto 2.
5. Per quanto riguarda gli aspetti didattici, "i dirigenti scolastici delle scuole nelle quali l'attività didattica sia stata sospesa perl’emergenza sanitaria, possono attivare, sentito il collegio dei docenti, per la durata della sospensione, modalità di didattica a distanza avuto anche riguardo alle specifiche esigenze degli studenti con disabilità". Comunicherò la decisione del collegio docenti previsto per oggi con mail stasera o domani mattina.
Altre prescrizioni contenute nel decreto:
  • Chiunque abbia fatto ingresso in Italia, a partire dal quattordicesimo giorno antecedente la datadi pubblicazione del presente decreto, dopo aver soggiornato in zone a rischio epidemiologico,come identificate dall’Organizzazione Mondiale della Sanità, o sia transitato o abbia sostato nei comuni di cui all’allegato 1 del presente decreto, deve comunicare tale circostanza al dipartimento di prevenzione dell’azienda sanitaria competente per territorio nonché al proprio medico di medicina generale (di seguito “MMG”) ovvero al pediatra di libera scelta (di seguito“PLS”). Le modalità di trasmissione dei dati ai servizi di sanità pubblica sono definite dalle regioni con apposito provvedimento, che indica i riferimenti dei nominativi e dei contatti deimedici di sanità pubblica; in caso di contatto tramite il numero unico dell’emergenza 112, oil numero verde appositamente istituito dalla regione, gli operatori delle centrali comunicano generalità e recapiti per la trasmissione ai servizi di sanità pubblica territorialmente competenti.
  • I viaggi d’istruzione, le iniziative di scambio o gemellaggio, le visite guidate e le uscite didattiche comunque denominate, programmate dalle istituzioni scolastiche di ogni ordine egrado sono sospese fino alla data del 15 marzo 2020.
  • La riammissione nei servizi educativi per l’infanzia di cui all’articolo 2 del decreto legislativo 13 aprile 2017, n. 65 e nelle scuole di ogni ordine e grado per assenze dovute a malattia infettiva soggetta a notifica obbligatoria ai sensi del decreto ministeriale 15 novembre 1990, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale 8 gennaio 1991, n. 6, di durata superiore a cinque giorni, avviene, fino alla data del 15 marzo 2020, dietro presentazione di certificato medico, anche in deroga alle disposizioni vigenti (vedi allegato regione ER)

 

Il dirigente
Pier Paolo Eramo

Letto 99 volte